Social Media Marketing
Come i #socialmedia stanno rimodellando la diffusione delle notizie

Come i #socialmedia stanno rimodellando la diffusione delle notizie

Social media e new, un legame sempre più forte: ma quali sono le caratteristiche di questa relazione?

Come molti avranno notato, le principali piattaforme social stanno sempre di più diventando un potente veicolo di informazione, modificando significativamente il mondo del giornalismo e le professioni di chi ne fa parte. Questo processo è stato analizzato (e certificato) nel dettaglio da un interessante indagine della Online News Association Conference con focus sugli Stati Uniti, che ha intervistato un campione di individui con l’obiettivo di fare chiarezza su 5 punti – chiave.

In primo luogo, tra le diverse piattaforme, Facebook è il social media più utilizzato per la ricerca di notizie (il 64% degli adulti americani lo utilizza), immediatamente seguito da YouTube (30%).

pietro.001

Gli utenti social, inoltre, non hanno una fruizione passiva: oltre la metà di loro condivide storie, immagini o video, e circa il 46% parte dalla notizia per continuare una discussione sui canali.

pietro.002

Tra coloro che visitano i siti web di news provenendo dai social media (e da Facebook in particolare), la maggior parte passa meno della metà tempo sulle pagine di interesse di quanto ne passino gli utenti con accesso diretto.

pietro.003

Guardando alle notizie, poi, le più apprezzate sono quelle focalizzate sull’intrattenimento (73%), seguite da quelle di attualità locale (65%) e sport (57%).

pietro.004

Interessante notare anche come le persone continuino invece apreferire discutere di persona: il 40% degli intervistati lo ritiene fondamentale, contro il solo 16% di quanti invece credono basilare continuare a discutere sui canali social.

pietro.005

Molte considerazioni importanti quindi, dalle quali si può nuovamente trarre una conclusione: social media e news sono due mondi sempre più ibridi e contaminati, destinati a incrociarsi sempre di più e a influenzare la reciproca evoluzione.

Tratto da Wired.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.