Social Media Marketing
Say Thanks, la nuova funzione di Facebook  per ringraziare gli amici 

Say Thanks, la nuova funzione di Facebook  per ringraziare gli amici 

Il like non ci basta più. Così a Menlo Park si sono inventati un nuovo modo per far interagire gli utenti. Pochi mesi di lavoro, un team di dieci persone composto da programmatori e designer e Zuckerberg può annunciare la sua ultima novità. Trattasi di Say Thanks, un filmato personalizzato che gli utenti potranno creare loro stessi e condividerlo sulle bacheca della persona che intendono omaggiare. All’interno una selezione di foto dell’amico che potranno essere montate su diversi template.
[gap height=”20″]

“Crearlo è molto semplice”, spiega Cameron Ewing, designer manager di Facebook che ha capitanato la squadra.

[gap height=”10″]

Una volta deciso di creare il filmato, basterà andare qui scegliere tra quattro tipologie di template: old friend (vecchio amico), friend (amico), family (famiglia), It’s complicated (è complicato, espressione social usata per indicare qualcuno con cui si ha un legame particolare ma che non è classificabile). Ogni modello ha diverse musiche.Il secondo passaggio consiste nel scegliere le immagini. Un algoritmo in automatico sceglie le fotografie che contengono i tag di destinatario e mittente. “Ma sarà possibile cambiare la selezione”, continua Ewing. Infine, una volta visualizzata l’anteprima, sarà possibile inviare il video a un amico accompagnandolo con un breve testo. “Sarà possibile postarlo sulla propria bacheca scegliendo il tipo di condivisione: pubblica, visibile solo agli amici o solo al diretto interessato, come per un normale post. Il destinatario sarà taggato e dunque il filmato comparirà anche sulla sua pagina”.

Questo il funzionamento disponibile in tutto il mondo su computer e dispositivi mobili in inglese, tedesco, spagnolo, francese, italiano, indonesiano, portoghese e turco. E se la novità arriva giusto in tempo per la festa del Ringraziamento, ciò che è più interessante è lo spirito dell’idea.  Facebook ha già sperimentato, in occasione dei suoi 10 anni, la possibilità di creare dei filmati utilizzando i contenuti degli utenti, ma con Say Thanks si fa un passo in avanti. “Abbiamo voluto creare un contenuto esclusivo che permettesse di prendersi un momento per ringraziare un amico”, spiegano ancora da Menlo Park.

Non poco ai tempi dell’amicizia mordi e fuggi dei social network. E qualcosa di più di un semplice like. Pare infatti che Mark, a fronte di chi lo dipinge ormai come un imperatore alla ricerca di sempre più potere nelle comunicazioni, voglia dare un connotato sempre più social alle sue iniziative. Dall’app per le donazioni contro Ebola, passando per Internet.org, fino a Say Thanks. Ma quali sono le occasioni per dire grazie su Facebook “Quelle che si vuole, dal ringraziamento per gli auguri di compleanno o di buon Natale, fino al matrimonio”. Ma anche semplicemente per dire “grazie di esserci”. Alla faccia di chi dice che stiamo sui social network solo per giocare o perdere tempo.

Tratto da Corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.